giovedì 9 aprile 2015

Integrati e disintegrati - Come Pecore in Mezzo ai Lupi - II serie, puntata 18

Joe Formaggio, sindaco di Albettone, 2500 anime in provincia di Vicenza, sostiene che i campi rom sono «covi di criminalità» e per questo nella giornata dedicata alla promozione della cultura sinti e rom ha deciso di bandirli per sempre dal Comune con un’ordinanza e l’affissione di cartelli all' ingresso del paese.
I campi rom, sostiene, sono «covi di criminalità». Più o meno come la pensa il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, che ci è andato giù duro: «Cosa farei io al posto di Alfano e Renzi? Con un preavviso di sfratto di sei mesi, raderei al suolo i campi nomadi».
Un fenomeno leghista, tutto del profondo nord? Niente affatto. Basta ricordare l' incendio del campo rom di Ponticelli del 2008 o lo sgombero di quello di Poggioreale dell' anno scorso.


Intanto la Corte di Strasburgo stabilisce: alla Diaz ci fu tortura. E l' Italia subisce una censura perchè senza reato di tortura nel codice, i responsabili non furono adeguatamente sanzionati.
Ne parliamo con Marco Rossi Doria, Ugo Tassinari e Francesco Bassini.
Con Nunzio Rovito parliamo di indicatori economici: quali sono quelli da tenere d' occhio per stabilire lo stato di salute di un Paese?




Come ogni giovedi, a Come Pecore in Mezzo ai Lupi con Norberto Gallo e Mario Colella. Regia di Giulio Romolo.




Posta un commento