venerdì 29 maggio 2015

Quella foto galeotta...



Riguardate questa fotografia. E' una foto di un anno fa, quella tirata in ballo da Carlo Tarallo che ne ha scritto per retenews24.
Siamo chiaramente ad un fine cena; a posare sono Rosy Bindi e Angelo Montemarano, ai tempi della giunta Bassolino potentissimo assessore alla Sanità e capocorrente bindiano in Campania. Bersaglio privilegiato dell' opposizione di centrodestra che lo considerava “il principale responsabile dello sfascio della sanità campana”, parola dell' allora consigliere regionale Rivellini che nel 2008 ne chiese le dimissioni in aula
Altri tempi evidentemente, visto che la serata trascorsa insieme era per festeggiare la nomina dell' ex assessore all' Arsan, l' Agenzia Regionale per la Sanità, stavolta ad opera del centrodestra alla guida della Regione dal 2010.
Di quella foto, che venne pubblicata da il Velino, si è ricordato Vincenzo De Luca, approfittandone per lanciare strali sulla Bindi presidente della Commissione Antimafia che ha pubblicato il nome degli 'impresentabili' alle regionali, mettendo in cima a tutti proprio lui.
Reazione risentita la sua, certo. Ma che a guardare meglio la fotografia sembra essere in fondo un po' giustificata. 
Perchè nella foto, a posare con gli altri, sono riconoscibili altri due membri della stessa commissione. La deputata della minoranza del Pd, Luisa Bossa ed il senatore di Sel Peppe De Cristofaro. Quest' ultimo abbracciato all' ex assessore di Sel nel consiglio comunale di Portici, Stefania Scarano, dimessasi prima delle elezioni in conflitto con il suo partito per ragioni che, secondo la stampa locale, sarebbero da ricercare nella candidatura del presidente del consiglio comunale, fedelissimo di Montemarano alle elezioni regionali.
Ovviamente quei nomi e quei volti sorridenti sono poco per immaginare complotti ai danni di qualcuno. 
Certo è che se inopportuna (a dir poco) è la trovata della Bindi di pubblicare il giorno prima del silenzio elettorale il nome di De Luca tra gli impresentabili individuati dalla commissione Antimafia (a proposito, non è chiaro cosa c' entri la mafia con i presunti reati contestati agli impresentabili suddetti dalla Commissione, che in serata ammette pure di avere fatto un nome per sbaglio), quella foto lascia di stucco e fa pensare che oggettivamente la politica campana nasconda più cose in cielo e in terra di quante ne possa immaginare la nostra più contorta fantasia...
Posta un commento