lunedì 29 luglio 2019

E la chiamano estate - 1975

L'estate di Yuppi Du e di Beppe Savoldi, del lancio del negozio Sex di Malcom McLaren, della nascita dell'Heavy Metal, di Margaret Thatcher, delle BR, dei giochi di coraggio dei bambini, dei digiuni forzati per fare il bagno... .

E la chiamano estate - 1976

L'estate di Susanna Tutta Panna, di Sandokan e dei tigrotti di Mompracem, degli Abba, della nascita di Repubblica, di L'altra domenica di Arbore, della legge sull'aborto, di L'ultimo tango a Parigi, del Golpe Bianco, del femminismo, del processo alle BR Nucleo Storico. .

E la chiamano estate - 1977

L'estate dei viaggi in 500 per andare in vacanza, del DDT, della cacciata di Lama dall'università, di Carta 77, della TV a colori, di "Un borghese piccolo piccolo", di Portobello di Enzo Tortora, della censura di Mistero Buffo di Dario Fo, di L'angelo azzurro di Umberto Balsamo, dell'eroina di massa a Bologna. .

E la chiamano estate - 1978

L'estate degli esami in spiaggia, dell'addio al salvagente, della strage di Acca Larentia, della condanna di Curcio, della nascita della prima bimba in provetta, di Papa Luciani, della nascita dello Spam, della Legge Basaglia. .

E la chiamano estate - 1979

L'estate della nuova automobile, delle vacanze in Calabria, della rivoluzione in Iran, della morte di Sid Vicious e Mino Pecorelli, del walkman, degli arresti per Via Fani, del rapimento di De Andrè, di Mennea.

E la chiamano estate - 1980

L'estate dei bar multifunzione di paese, dei biliardi, delle tv col le Sorelle Bandiera e degli Squallor, del riflusso, dello scandalo del calcio scommesse, di "Video Killed The Radio Star", dell'Intervista col Potere di Oriana Fallaci, di Renzo Arbore e il Pap'occhio.

E la chiamano estate - 1981

L'estate del canotto, di Ronald Reagan, della scoperta dell'Africa, della comparsa di Mario Bros, della Madonna di Medjugorie, di Alfredino Rampi, della morte di Bob Marley, dell'attentato a Papa Wojtila.

E la chiamano estate - 1982

L'estate dei giochi a carte, di ET di Spielberg, di Conan il Barbaro, di Blade Runner, di Rambo, della morte di John Belushi, della protesta contro il nucleare, della produzione del primo cd.

E la chiamano estate - 1983

L'estate dei cinema estivi all'aperto, del disimpegno, del ritiro di Borg dal tennis, della conclusione del processo Moro, dello Scudo Spaziale, della nascita di internet, delle accuse a Tortora, di Emanuela Orlandi.

E la chiamano estate - 1984

L'estate della scoperta del sesso, del nuovo concordato con la chiesa cattolica, della morte di Berlinguer, dell'ascesa di Berlusconi nel mondo della tv, della fine della commedia sexy all'italiana.

E la chiamano estate - 1985

L'estate come sospensione, l'estate che lenisce il dolore, delle partite di pallone, della BMX, della nascita del rock umanitario, di Gorbaciov, di Cossiga il picconatore, di Craxi e di Sigonella, della politica erotica.

E la chiamano estate - 1986

L'estate è ancora lì ma cambia qualcosa. E' l'estate della paura del nucleare, dell'esplosione degli ormoni nella sagre di paese. L'estate del vino al metanolo e della mucca pazza, dell'inizio dell'ossessione salutista, di Berlusconi che acquista il Milan, del nuovo corso di Gorbaciov...

E la chiamano estate - 1987

L'estate che si ostina ad esserci. L'estate delle prime seduzioni, dei falò in spiaggia, delle bevande gasate, della conclusione del processo contro Potere Operaio, di Bad di Michael Jackson, di Madonna, degli U2, del primo MacIntosh, della distensione tra Usa e Urss.

E la chiamano estate - 1988

L'estate dell'adolescenza e dei corteggiamenti, del racchettone da spiaggia. L'estate di Mandela che esce di prigione, della Fiat Tipo, de "L'ultimo Imperatore" di Bertolucci, della Legge Mammì sulle tv, dello sterminio dei curdi.

E la chiamano estate - 1989

L'estate sta finendo ma davvero. Cambia la percezione del tempo, torna il tempo omogeneo. L'estate della fine del comunismo, di Piazza Tienanmen, di Vaclav Havel, della fatwa contro Rushdie, di Wojtila papa spirituale e combattente, di Jerry Maslo.

E la chiamano estate - 1990

La fine dell'estate. La fine dell'edonismo e della spensieratezza, l'inizio del dominio del virtuale. Desert Storm e la repressione degli azeri da parte dell'Urss, Occhetto e la rivoluzione dei giudici. La Generazione X di Douglas Copland.